AUGURI

Si. Lo confesso, mi sono sempre sentito un pò strambo, perchè avarissimo di Auguri,cuoricini,fiorellini,messaggini.Sono solo capace di contraccambiare, come se fosse un convenevolo obbligato.Reputo gli auguri parole vuote, imposti dalle feste comandate ed, appunto, a comando.Come la festa della mamma, del papà,delle donne,dei fidanzati,dei nonni.Ma mi domando, un pò contraddicendomi:Cosa sarebbe la vita senza neppure gli auguri? Molto meglio con. Non scappo via alla parola Auguri, ma mi lascia spesso indifferente.Il mio Augurio all’occasione è stato sempre accompagnato da una banconota importante con tanti sottointesi:Compera ciò che desideri,per te,qualche altro,che non conosco..Aiutati a cambiarti per il meglio.In questo caso la parola Augurio assume un pò di importanza concreta.Spiana la strada ad una salute più sana, perchè puoi comperarti cibo più nutriente o stare più sereno, perchè elimini qualche debito.Fossi ricco, arriverebbe prima la sorpresa della grossa somma e poi l’Augurio, ma con destinatari ben precisi, perchè elargire ulteriore denaro, a chi non ne ha bisogno non è un Augurio.Ebbene, non sarei tanto avaro se fossi un Mago, che pronunciando Auguri ti realizza tutto quello che desideri in quel momento.Poi mi viene il dubbio.E se chi realizza in toto tutto quello che desidera poi ne viene sopraffatto? Il poveraccio stravolto da proprietà che non riesce a gestire per invidia o interesse, anche di parenti da cui non se l’aspettava? Il malato terminale, che si vede la vita prolungata ma non degna di essere vissuta, a causa di altre sofferenze, non per forza fisiche, ma peggiori?E quindi smetto subito le vesti di mago e me ne torno, mogio, nella mia normalità.Mi accetto per come sono, avaro di auguri che riservo preziosi,ognuno particolare a qualcuno particolare con parole particolari in momenti particolari, che non siano per forza comandati dalle feste.A mò di provocazione su F.B., sovraccarico di Auguri, a causa di compleanni, che ricorda con precisione matematica, mai sperimentata prima del suo avvento, ho suggerito la tariffa di 50 euro per ogni Augurio a me indirizzato, in qualsiasi occasione, per poter fare una cernita tra bon ton di circostanza e concretezza. Mi sono ritirato appena avuto sentore delle avvisaglie di una valanga di critiche.A pensare che gli unici Auguri veri per il compleanno erano quelli di mia madre ed altri pochi.All’anagrafe fu comunicata una data errata.La carta d’identità mente e forse per questo Auguri, preconfezionati con faccine e cuoricini falsi non sono la mia passione.Mi ricordano il mio documento.Comunque ben vengano tutti gli Auguri di questo mondo, di qualsiasi taglia , spessore, qualità se portano Amicizia,Amore,Armonia ed ogni parola bella che comincia con la A.Meglio il fragore inutile dei fuochi d’artificio che il silenzio, che può essere anche di guerra.AUGURI ed ancora AUGURI.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: